Helleborus, la Rosa d'inverno.

Gennaio 23, 2019

Helleborus, la Rosa d'inverno.

Questa settimana, con gli immancabili Anemoni, abbiamo scelto l’Elleboro, chiamato anche la rosa d’inverno. Simbolo di rinascita, si regala a chi si accinge ad iniziare una nuova avventura.

Il mazzo FioreUrbano  ti arriva legato e pronto da mettere nel vaso ma puoi decidere di risistemarlo  con la tua fantasia.

La freschezza dei fiori inizia con un vaso perfettamente pulito.

Lava il vaso anche con una goccia di candeggina che  è il miglior agente per uccidere i batteri, il che significa fiori più duraturi, niente gambi marci e acqua dall'aspetto più pulito. Quindi acqua fresca e pulita  per ⅓ del tuo vaso, da cambiare  almeno ogni 2-3 giorni.
Quando cambi l'acqua  taglia circa un centimetro del gambo in diagonale.
Lo stelo serve ai tuoi fiori per assorbire acqua e sostanze nutritive, quindi non strappare, schiacciare o lasciare steli sfilacciati.
Gli steli tagliati correttamente possono regalare ai tuoi fiori giorni di freschezza in più! 

Trova il posto perfetto!

I fiori hanno bisogno di un luogo fresco senza correnti d'aria, lontano dai caloriferi e dalla frutta matura, evitando il sole  diretto per tutto il giorno.

Se decidi di slegare il mazzo, ecco un paio di suggerimenti per sistemare i fiori al meglio nel vaso.

Disponili sul tavolo, ordinatamente per tipologia, metti la musica, rilassati e osserva le forme e i colori.

Noi abbiamo iniziato con il verde disponendolo a raggiera. Creando una struttura con gli steli forti, riuscirai a supportare più facilmente i gambi più morbidi e ad inserirli nella posizione che vuoi. Metti poi gli steli dei fiori, procedendo a raggiera, per riempire un po' la struttura e riempiendo via via il vaso sempre più verso il centro. Taglia i gambi che ti sembrano troppo lunghi, e lasciati ispirare dagli accostamenti di colore e di forme che preferisci. Le delicate sfumature dell'elleboro vicino all'eucalipto cinerea ci piacciono molto!

L'elleboro è bellissimo anche da solo, sorretto da un bel vaso trasparente, ricade sinuoso sprigionando la sua eleganza.

Se hai un terrazzo o un balcone riparato, mettili fuori durante la notte, i fiori dureranno molto di più. Al freddo le corolle degli anemoni si chiudono per poi schiudersi di nuovo al calduccio di casa.

Cura i tuoi fiori con la musica giusta

 Il brano scelto per te questa settimana è

Scarica la Playlist che abbiamo creato per te su Spotify






Gli altri articoli

Fiori che ispirano quella voce che nasce dal cuore
Fiori che ispirano quella voce che nasce dal cuore

Febbraio 20, 2019

La creatività è la luce che illumina le nostre emozioni e i nostri sensi, è il rumore che nasce dal cuore e che il cervello rielabora per dare forma alla nostra voce interiore. Anche se tutti nasciamo con questo dono, la routine, lo stress o il fatto di svolgere lavori molto rigidi e controllati, zittiscono completamente la voce dell’innovazione e quella delle soluzioni geniali.

Continua

prato fiorito
Come un prato fiorito

Febbraio 13, 2019

Hai presente quei prati di montagna in primavera spruzzati di viola e giallo? Noi abbiamo pensato a quello e nel nostro prato fiorito di questa settimana, trovi la Violaciocca, i Crisantemi, il Limonium, il Solidago, la Choisya, e lo Statice
I fiori scelti ci hanno consentito di fare un bel mazzo con gambi lunghi ma se hai un vaso più basso taglia pure i gambi in modo che il bouquet venga ben sorretto.

Continua

Magico Viburno
Magico Viburno

Febbraio 06, 2019

Nel bouquet FioreUrbano di questa settimana il magico Viburno con anemoni e garofani.
Il suo nome, Viburnum, deriva dal latino "viere" che significa intrecciare, in riferimento all'estrema flessibilità e tenacia dei suoi rami. 
Pare che la Befana nella notte dell’Epifania costruisse la sua scopa con la saggina, per la parte delle setole, e proprio con il viburno per la parte del manico.
Un’altra leggenda vede il Viburno come primo arbusto con cui si costruivano le bacchette delle streghe e delle fate e nell’antichità era considerata una pianta dai poteri magici e soprannaturali.

Continua